E-Mail: as-fi[at]cultura.gov.it   PEC: mbac-as-fi[at]mailcert.beniculturali.it   Tel: (+39)055.263201

Archivio di Stato di Firenze

Carte sciolte ed elaborati grafici

Hanno fatto parte del progetto anche numerose carte sciolte ed elaborati grafici realizzati con tecniche diverse su carta lucida o da disegno. E’ il caso della documentazione grafica che accompagna i documenti amministrativi nelle pratiche relative al collaudo delle strutture in cemento armato del fondo della Prefettura. La documentazione, risalente agli anni ’50 e ’60 del Novecento, porta anche i segni dei materiali utilizzati per tenere insieme le carte come le numerose graffette metalliche che hanno provocato diffuse ossidazioni sulla superficie, favorite dal contatto con l’acqua. La caratteristica fragilità della carta moderna ha reso inoltre necessari importanti interventi di risarcimento degli strappi e delle lacune, realizzati con carta giapponese e collanti di origine cellulosica, anche su carte di grande formato che si trovavano ripiegate all’interno dei fascicoli.

 

Prefettura. Cemento armato collaudi

L’alluvione ha arrecato gravi danni alla documentazione eterogenea di questa serie che risultava pressoché inutilizzabile a causa della fragilità dei supporti cartacei e del compattamento delle carte che, in fase di progetto, non era stato neppure possibile conteggiare in maniera dettagliata. Si trattava molto spesso di carte di grandi dimensioni, quali copie eliografiche ripiegate, unite a documentazione amministrativa spesso redatta su carta di cattiva qualità, con l’utilizzo di svariati medium grafici come matite, pennarelli, inchiostri moderni e timbri, che hanno lasciato macchie e impronte di vario tipo sulle carte con le quali si trovavano a stretto contatto. L’intervento di restauro è iniziato con la separazione delle singole carte, effettuata con bisturi inumidendo la superficie, ed è poi proseguito con il lavaggio, la ricollatura e la velatura con carta giapponese, laddove l’estrema sottigliezza e la frammentarietà delle carte lo rendeva necessario.

Commissione prefettizia per la demolizione del centro storico

La documentazione di questa serie, risalente agli ultimi anni dell’800, comprendeva tipologie documentarie molto interessanti. I fascicoli contenenti le perizie e le stime sui quartieri fiorentini interessati dalle demolizioni contengono spesso piante e rilievi redatti su una carta telata, translucida, che ha mostrato una notevole resistenza mantenendo la sua caratteristica flessibilità. L’intervento ha interessato anche alcuni manifesti cartacei di grandi dimensioni che risultavano lacerati lungo le linee di piegatura e che sono stati consolidati attraverso l’applicazione di strisce di carta giapponese. Le carte sono state poi sistemate all’interno di scatole telate per la conservazione, rivestite all’interno da carta barriera acid free, realizzate appositamente durante il restauro.